Terzaetà su facebook

ANZIANI

 

INAUGURAZIONE BIBLIOTECA ARCA

 

modigliana-big

INAUGURA LA BIBLIOTECA DEL CENTRO DIURNO ARCA
GESTITA DAGLI ANZIANI DI RETE
Venerdì 23 settembre ore 15.00

 

Venerdì 23 settembre inaugura la biblioteca del centro diurno ”Arca” di Villa Sesso. Un progetto ideato e avviato dagli anziani ospiti del centro diurno in collaborazione con operatori ed animatori di RETE – Reggio Emilia Terza Età. Alle ore 15.00 il simpatico comico Antonio Guidetti offrirà un brillante spettacolo ed allieterà il pomeriggio di tutti i presenti.

Gli aniziani ospiti del centro da Aprile hanno messo a disposizione libri e catalogato il materiale durante i laboratori giornalieri ed ora intendono aprire questo spazio a tutto il quartiere.
Una volta a settimana si terrano incontri di “filòs”; le attività che portano all’apertura della biblioteca partono dalla narrazione di storie ad alta voce, la più importante e praticata tra le attività di promozione della lettura seguita da commenti, scambi e racconti.
Il centro diurno ’Arca” offre la cornice per questi incontri e crea l’occasione per ritrovarsi insieme, bambini, anziani e cittadini a celebrare il rito della lettura collettiva, dove la magia dell’ascolto si unisce a quelle proprie della celebrazione.

Progetto: apertura di nuova biblioteca curata anziani del centro diurno “Arca”
Obiettivo: dare un senso costruttivo al tempo libero degli anziani, offrire uno spazio per aggregarsi attraverso forme e modalità diverse, letture e scambi intergenerazionali
Gestione: forma di "autogestione controllata" realizzata dagli stessi anziani con la presenza degli animatori
Sede: centro diurno Arca Via Corradini n. 64 (Villa Sesso) Telefono: 0522 513550

Il centro diurno Arca è uno dei 9 centri diurni gestiti da RETE – Reggio Emilia Terza Età e si trova nella Circoscrizione Nord Esta a Villa Sesso. Il Centro Diurno è una struttura assistenziale per anziani ultrasessantenni parzialmente autosufficienti o non autosufficienti. Offre all’anziano ed alla sua famiglia sostegno e tutela socio-sanitaria,  stimola e potenzia le abilità e competenze dell’anziano con attività e interventi inerenti la sfera dell’autonomia, dell’identità, dell’orientamento spazio-temporale, delle relazioni interpersonali e della socializzazione, promuove e sostiene una fitta rete di relazioni e di scambi con il contesto territoriale in cui è collocato.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino