Terzaetà su facebook

Cos’è il green pass o certificazione verde?


Torna a Terza Età News Terza Età News


Cos’è il green pass o certificazione verde?

Green Pass valido per un anno?

È delle ultime ore la notizia secondo cui la validità della certificazione verde potrebbe essere estesa da 9 mesi a 12 mesi.
La richiesta è stata avanzata dal Ministero della Salute al Comitato Tecnico Scientifico, che si dovrebbe riunire in data odierna e che potrebbe essere operativa già da metà settembre. Infatti, non è escluso che il Governo, in sede di conversione del Decreto che ha reso il Green pass obbligatorio dal 6 agosto u.s., potrebbe avanzare la richiesta di estensione della sua validità da 6 mesi a un anno. Ciò anche a seguito alle pressioni da parte del Presidente della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici in vista della prossima scadenza della certificazione verde per gli operatori sanitari che per primi hanno ricevuto la somministrazione del vaccino anti Covid-19.

Cos’è il green pass o certificazione verde?

Il Green pass è un certificato digitale, costituito da un QR Code, ossia un codice a barre bidimensionale di forma quadrata, contenente tutte le informazioni essenziali, che viene rilasciato dal Ministero della Salute dopo la somministrazione del vaccino anti Covid-19, oppure dopo aver ricevuto l’esito negativo del test molecolare o antigenico rapido delle 48 ore precedenti, o dopo la guarigione da SARS CoV-2.
La sua validità cambia a seconda delle modalità con cui è stato conseguito. In caso di vaccinazione anti Covid-19, con la prima dose il certificato sarà valido fino alla somministrazione della seconda dose e, dopo l’inoculazione di quest’ultima o, in caso di vaccino a unica dose, avrà una validità di 9 mesi. Nel caso di tampone negativo avrà invece una validità di 48 ore dal momento del prelievo, mentre per coloro che hanno contratto il Covid-19 e sono guariti, il certificato avrà una durata di 6 mesi dal giorno seguente la negativizzazione.
Pertanto, in presenza di una delle suindicate condizioni, il Ministero della Salute provvederà ad inviare un messaggio o una mail, ai recapiti forniti in sede di vaccinazione o test, contenente un codice di autenticazione nonché le istruzioni per ottenere il Green pass.
La certificazione verde può essere facilmente acquisita tramite Fascicolo Sanitario Regionale Elettronico oppure tramite le App IO o Immuni. Per poter accedere ai predetti servizi, bisogna essere prima registrati tramite Sistema Pubblico di Identificazione digitale (SPID) o Carta di Identità Elettronica (CIE), chi non li avesse, potrà acquisire il Green pass tramite portale del Ministero della Salute semplicemente utilizzando la propria tessera sanitaria e il codice identificativo ricevuto tramite sms o mail.
Come ben sappiamo, il Governo ha reso obbligatorio il Green pass dal 6 agosto per accedere a tutti i luoghi al chiuso quali bar, ristoranti, piscine, palestre, a prescindere dalla tipologia di zona (bianca, gialla) e dal 1 di settembre diventerà obbligatorio per i viaggi a lunga percorrenza e per il personale scolastico.
Pertanto dalla prossima settimana sarà obbligatorio esibire il Green pass per viaggiare in treno, aero, nave e bus a lunga percorrenza. Nulla è cambiato al momento per il trasporto urbano ove rimangono in vigore le vecchie disposizioni relative all’uso obbligatorio della mascherina e del distanziamento.


Redazione Terzaeta.com
Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino