Terzaetà su facebook

Dona il tuo 5 per mille al progetto Bellezza Terapeutica” dell'Istituto Sant'Anna di Bologna


Torna a Terza Età News Terza Età News


OMS: Ecco perché gli uomini muoiono prima delle donne


“Bellezza Terapeutica come scintilla di possibilità” è uno dei progetti di miglioramento 2019 che il Consiglio di Amministrazione ha approvato per il 2019/2020
La personalizzazione degli spazi e la “ri-generazione” degli ambienti nella nostra Residenza per Anziani saranno l’essenza di questo progetto che vedrà coinvolte equipe di Team di ogni comunità insieme a tutti coloro che vorranno sostenere economicamente il progetto attraverso donazioni o l’erogazione del 5 per Mille.
La comunità scientifica non ha dubbi. “Il bello rinforza la nostra salute, cambia i nostri rapporti, trasforma la nostra etica” suggerisce il prof. Piero Ferrucci. “La bellezza non può essere un accessorio, perché essa è energia vitale come l’ossigeno, il cibo, il sonno, l’amore”
Letizia Espanoli, fondatrice del Sente-mente ® modello e nostra formatrice ci ricorda che “la bellezza disintegra lo stereotipo e toglie la vecchiaia dallo stigma della fatica, dal corpo accartocciato, dal “non capisce più niente” e ci scuote, ci ispira a tirare fuori il nostro meglio nel processo di Cura”
Le equipe di piano, bimestralmente si incontreranno durante questi due anni, per, di volta in volta iniziare a “dare un’anima” agli spazi realizzando, di volta in volta, piccole ma preziose modifiche all’ambiente.
“Tutti hanno necessità vitale di ricevere cura e di aver cura” scrive la dott.ssa Mortari. Far fiorire la Bellezza nel nostro istituto è un modo per aver cura della Relazione Umana e della sua costante fioritura, senza la quale la vita umana non si potrebbe realizzare nella sua pienezza fino al suo ultimo respiro.

Dona il tuo 5 per mille a questo progetto e se puoi aiutaci a diffondere questa opportunità:
C.F.80007750377 - Istituto S.Anna e S.Caterina – Bologna

 

Redazione Terzaeta.com
Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino