Terzaetà su facebook

Vivere fino a 100 anni? Gli italiani dicono sì, ma no ad ogni costo


Torna a Terza Età News Terza Età News


Vivere fino a 100 anni? Gli italiani dicono sì, ma no ad ogni costo

Secondo un’indagine presentata a Bologna in occasione del Congresso Nazionale della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG), il 75% degli italiani non disdegnerebbe di vivere fino a 100 anni, soprattutto per trascorrere più tempo con i propri cari, mentre il restante 25% rifiuterebbe proprio per paura di restare da solo.
Per spegnere invece le 100 candeline, l'86% sarebbe disposto ad assumere farmaci che favoriscano la longevità, ma non a far qualcosa di più "impegnativo", come sottoporsi a diete che diminuiscano l’apporto calorico e che sarebbero capaci di rallentare l'invecchiamento. 

La metà potrebbe adattarsi a dipendere economicamente da altri: la famiglia resta infatti un pilastro fondamentale per invecchiare in serenità, perché secondo due terzi degli italiani è indispensabile per proteggersi dalle difficoltà.
L'Italia non è ritenuta un "Paese per vecchi", ma nonostante ciò, oltre l'80% degli intervistati non sarebbe disposto a lasciare il Belpaese in cambio di una maggiore longevità; traspare tuttavia un conflitto fra generazioni, perché il 46% dei 45-55enni pensa che troppi anziani tolgano risorse ai giovani, contro appena il 20% degli over 70.

Redazione Terzaeta

Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino