Terzaetà su facebook

Tre nomadi arrestati per violenze contro gli anziani

Pensioni: sciopero anticipato al 13 aprileGli agenti della squadra mobile di Bologna all'esito di un'articolata attività d'indagine avviata nel marzo scorso sotto la direzione della Procura ordinaria e di quella dei minori, hanno fatto scattare le manette per tre minorenni, due diciassettenni ed un ventenne, appartenenti a note famiglie di nomadi, responsabili di due violente rapine in danno di pensionati. La vittima della rapina infatti, era sempre anziana: 'selezionata' con un sopralluogo nell' ufficio postale, veniva poi pedinata in zone isolate, e derubata della pensione appena ritirata.

Il primo episodio era avvenuto lo scorso primo marzo in via Lincoln.

La vittima era una ottantatreenne che nel ritirare la pensione,ammontante a 650 euro presso l'ufficio postale, ritornando a casa si accorge di essere seguita da un ragazzo e una ragazza. Sull'uscio viene aggredita alle spalle, immobilizzata per il collo e derubata dell'intera somma di denaro appena riscossa. Prima di fuggire i rapinatori la spintonano facendola cadere a terra.

Il successivo tre aprile in via Beroaldo un ottantanovenne claudicante e poliomielitico, si recava alle poste per ritirare 800 euro di pensione.

Mentre riscuoteva la somma, poi riposta in una tasca interna della giacca, si accorgeva di essere osservato da due giovani. Gli stessi, più un terzo complice, lo pedinavano fino all'ingresso della sua abitazione.

Nell'atrio condominiale veniva aggredito alle spalle, immobilizzato per il collo, colpito ripetutamente e derubato.

L'uomo è stato trasportato in ospedale per le lesioni riportate .

Il comune modus operandi, la medesima tipologia di vittime prescelte e la descrizione dei rapinatori resa da entrambe le parti offese, hanno indotto la polizia ritenere che i due episodi fossero da ricondurre ai medesimi responsabili.

La visione delle immagini del sistema di videosorveglianza interno degli uffici postali ha confermato tale conclusione, portando all'identificazione dei rapinatori.

Si tratta di due minorenni ed un ventenne, già noti agli investigatori in quanto, malgrado la giovane età, annoverano numerosi precedenti per reati contro la persona e il patrimonio, in particolare in danno di anziani.

Le vittime , riconosciuti i propri aggressori a seguito di individuazione fotografica, hanno aiutato i poliziotti di rintracciarli nei pressi di una roulotte in via Zago mentre festeggiavano il compleanno del più giovane dei tre.

In conseguenza di ciò, sui minori sono state eseguite due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal GIP su richiesta della Procura.

tratto dal sito www.poliziadistato.it
Articolo di Maggio 2012

Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino