Terzaetà su facebook

Lesione della cuffia dei rotatori nell'anziano


Torna a Medicina e Salute Medicina e Salute


Lesione della cuffia dei rotatori nell'anziano

La cuffia dei rotatori è un gruppo di quattro muscoli e tendini che circondano l’articolazione della spalla, mantenendo la testa dell’omero nella cavità della spalla.
Una lesione della cuffia dei rotatori può causare un dolore fastidioso alla spalla che spesso si aggrava quando si prova a dormire sul fianco colpito o in posizione supina.
Le lesioni della cuffia dei rotatori si verificano soprattutto negli anziani o in soggetti che effettuano ripetutamente dei movimenti con le braccia al di sopra del livello delle spalle, al lavoro o nello sport, come per esempio imbianchini, carpentieri e giocatori di baseball o di tennis.
Il rischio di lesione della cuffia dei rotatori aumenta con l’étà.

Fattori di rischio

I seguenti fattori possono aumentare il rischio di una lesione alla cuffia dei rotatori: 

  1. L’età: invecchiando, il rischio di danneggiare la cuffia dei rotatori aumenta. La lesione è più frequente nei soggetti sopra dei 40 anni.
  2. Alcuni sport. Gli atleti che effettuano quotidianamente dei movimenti ripetuti del braccio (per esempio i lanciatori di baseball, gli arcieri e i giocatori di tennis) rischiano maggiormente una lesione della cuffia dei rotatori.
  3. Lavori di costruzione. I lavori di carpenteria o di tinteggiatura prevedono dei movimenti ripetuti del braccio sopra al livello delle spalle e col tempo possono danneggiare la cuffia dei rotatori.
  4. La predisposizione genetica. La componente genetica può avere un ruolo nella comparsa di lesioni della cuffia dei rotatori in quanto queste sembrano più frequenti all’interno della stessa familia.

Sintomi

I sintomi della lesione della cuffia dei rotatori traumatica sono: un dolore improvviso alla spalla, a volte accompagnato da una sensazione di strappo. Il dolore si può irradiare fino al braccio.
Spesso, il paziente non riesce a dormire sulla spalla lesionata e ci possono essere segni di sindrome da conflitto della cuffia dei rotatori muovendo il braccio sopra il livello delle spalle. Questo significa che il tendine è schiacciato tra la cavità glenoidea e la testa dell’omero.
Il dolore può peggiorare lentamente, soprattutto negli anziani in cui non si presenta improvisamente, ma gradualmente.
La spalla si indebolisce finché l’atleta non è più in grado di sollevare il braccio lateralmente.
I movimenti del braccio sopra al livello delle spalle che si effettuano in alcuni sport (per esempio il tennis), diventano molto dolorosi.
Tra gli altri movimenti che provocano dolore ci sono le rotazioni, in particolare quella interna (cioè quando si porta il braccio dietro la schiena).

Diagnosi

Durante l’esame físico, il dottore preme in diverse zone della spalla e muove il braccio in diverse posizioni. Esamina anche la forza dei muscoli della spalla e del braccio. In alcuni casi il dottore può consigliare la degli esami strumentali per immagini, come:

  1. La radiografia. Nonostante la lesione della cuffia dei rotatori non si veda ai raggi x, questo test può mostrare osteofiti o altre potenziali cause del dolore come l’artite.
  2. L’ecografia. Questo tipo di esame usa le onde sonore per mostrare le immagini delle strutture del corpo, in particolare dei tessuti molli come i muscoli e i tendini. L'ecografia permette di effettuare un esame dinamico in cui il medico controlla le strutture della spalla durante il movimento. Inoltre permette di confrontare la spalla lesionata e quella sana.
  3. La Risonanza magnetica (RM). Questo esame è il più accurato. Usa le onde radio e un magnete potente. Le immagini che si ottengono mostrano tutte le strutture della spalla in modo molto dettagliato.

Trattamento

A volte i trattamenti conservativi, come il riposo, il ghiaccio e la fisioterapia sono sufficienti per recuperare dopo una lesione della cuffia dei rotatori.
In caso di lesione grave e rottura completa del muscolo o del tendine, può essere necesario un intervento chirurgico.

Iniezioni

Se il trattamento conservativo non ha alleviato il dolore, il dottore può consigliare delle iniezioni di cortisonici all’articolazione della spalla, specialmente se il dolore interferisce con il sonno, le attività quotidiane o lo sport. Nonostante queste punture siano spesso utili, dovrebbero essere utilizzate con cautela perché possono contribuire all’indebolimento del tendine.

Fisioterapia

Gli esercizi di fisioterapia possono aiutare a riacquisire la flessibilità e la forza della spalla dopo una lesione della cuffia dei rotatori. A volte si può eliminare il dolore e recuperare la funzionalità senza un intervento chirurgico.

Operazione chirurgica

Esistono diversi tipi di intervento chirurgico per le lesioni della cuffia dei rotatori, tra cui: 

  1. La riparazione del tendine in artroscopia
  2. L’asportazione dell’osteofita
  3. La protesi di spalla.

La riparazione del tendine in artroscopia

Con questo intervento, il chirurgo inserisce una piccola telecamera (artroscopio) e degli strumenti attraverso delle piccole incisioni per attaccare il tendine lesionato all’osso.
La riparazione del tendine in artroscopia può permettere di recuperare la funzionalità della spalla.
Dopo l’intervento, il chirurgo consiglia di indossare un tutore per circa 20 gironi, ma la durata dipende dal tipo di intervento.
La prima parte della riabilitazione consiste in mobilizzazione passiva del braccio e della scapola.
Il paziente non può sollevare il braccio nella prima fase post-operatoria per evitare di danneggiare la fissazione del tendine all'osso.
La riabilitazione post-intervento è lunga, dai 3 ai 6 mesi.

Dott. Massimo De Filippo
Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino