Terzaetà su facebook

Stare in piedi allontana la vecchiaia:
la sedentarietà fa accorciare i telomeri


Torna a Terza Età News Terza Età News


Stare in piedi allontana la vecchiaia

Secondo gli scienziati del Karolinska University Hospital di Stoccolma lo stare in piedi è il segreto per ritardare la vecchiaia e vivere più a lungo.

Un'azione, questa, semplice, ma tanto potente da prevenire l'invecchiamento del Dna. Addirittura più benefica dello stesso esercizio fisico.

La ricerca, pubblicata sul British Medical Journal, afferma che c’è una forte correlazione tra il tempo passato seduti sulla sedia o sul divano e la lunghezza dei telomeri.

I ricercatori sono giunti a questo risultato ponendo sotto osservazione 49 ultrasessantenni sovrappeso sedentari, sottoposti ad esercizi fisici per un periodo di sei mesi, trascorso il quale sono stati sottoposti ad una serie di esami. Nello specifico sono stati misurati i telomeri delle cellule sanguigne e si è constatato che sono apparsi più sani rispetto ai sedentari.

Dunque, più si accorciano i telomeri, più le cellule invecchiano. Diversi studi hanno dimostrato che il progressivo accorciamento dei telomeri ad ogni ciclo replicativo del DNA sia associato all'invecchiamento cellulare (fase di senescenza).

I pigri, dunque, sono avvertiti: stare seduti per molto tempo rimpicciolisce i telomeri e dunque favorisce l’invecchiamento.

Marco Fasolino

Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino