Terzaetà su facebook

Il Sente-Mente® Day è alla sua quinta edizione


Torna a Terza Età News Terza Età News


Il Sente-Mente® Day è alla sua quinta edizione


Cinque è il numero perfetto
Prendetevi cinque minuti per leggere le cinque buone ragioni per cui non potrete mancare.

Il Sente-Mente® Day è alla sua quinta edizione, nella fantastica location del Centro Artemide a Castel San Pietro.
Un’organizzazione del tutto nuova che nella mattinata dell’11 ottobre p.v. vivrà la danza tra splendide relazioni, che accompagneranno i professionisti della cura iscritti, nel comprendere sempre più quanto siano speciali le persone che convivono con la demenza, sottolineando quante possibilità di vita esistono ancora in ciascuno di loro.
Il pomeriggio sarà la vera sorpresa della giornata, poiché i presenti potranno scegliere tra cinque workshop unici con temi che narrano il contatto, le possibilità educative, ma anche le capacità di leadership, l’importanza del movimento e l’esperienza delle Sente-Mente® Comunità amiche delle persone che convivono con la demenza.
Le opportunità tra cui i partecipanti sceglieranno sono: “Cosa vuoi far accadere?”, un laboratorio in cui sperimenterai idee e azioni per entrare in relazione con le persone che con-vivono con la demenza per vivere le azioni quotidiane, ma anche per progettare e vivere attività con anima; “Essere leader per condurre verso la qualità”, caratteristiche che deve avere una leadership socio sanitaria (come direttore, coordinatore, responsabile di nucleo o di servizio) per poter vivere il carisma, creare squadra e senso di appartenenza; “La tua mano dona o ruba dignità alla mia persona: il con-tatto per vivere la relazione che cura”, tema sviluppato attraverso piccole esperienze interattive di gruppo o personali; “L’immobilità mi uccide: idee per la non far morire le persone non autosufficienti prima del necessario”, un workshop speciale per tutti i professionisti della cura e della relazione, per i  familiari e tutti coloro che quotidianamente entrano in relazione con la non autosufficienza e con l’immobilità, per riaccendere le possibilità della qualità della cura che passa anche attraverso il con-tatto che muove. Infine “E se la struttura accogliesse l’impegno di diventare una nave scuola per il territorio allenando le famiglie delle persone che con-vivono con la demenza e a lavorare con il comune per creare Sente-Mente®️ comunità amiche?”, le residenze per anziani e le associazioni alzheimer si aprono per non stare “chiusi” nei propri “territori” e far accadere cose belle. La struttura è una nave scuola, aperta al territorio, capace di creare interventi efficaci sul territorio in grado di aumentare la cultura e la consapevolezza della vita, in grado di allenare famiglie e badanti alla cura, in grado di lavorare con i Servizi Sociali Domiciliari e i Centri Diurni per promuovere una presa in carico reale e innovativa.
Nel secondo workshop citato i Direttori di cinque grandi realtà bolognesi narreranno l’esperienza del viaggio all’interno dell’organizzazione delle strutture residenziali per anziani che gestiscono, parte di un viaggio triennale che allena tutti i soggetti coinvolti creando una nuova cultura sociale, organizzativa, educativa, dell’assistenza. Un cammino in cui 50 tessere che coinvolgono tutte le aree dell’organizzazione vengono prese in carico, osservate e trasformate per creare nuove visioni e innovative procedure di benessere per gli operatori, i residenti e le loro famiglie.
Significativa l’esperienza di Barbarano Vicentino (il Direttore Frassin condurrà il workshop), rispetto al percorso già fatto e i successi raggiunti.

La vera potenza del modello è quella per cui i partecipanti potranno tornare a casa con idee pratiche e concrete da mettere in campo già dal giorno di rientro dall’evento stesso.

Idee in tasca e un grande messaggio nel cuore: la demenza non è solo tempo di fatica ma è anche una composizione di istanti di vita tutti da vivere. La vera sfida è insegnare ai professionisti una modalità di cura che esalti tutte le possibilità nelle persone.
Il progetto Sente-Mente® e la sua ideatrice Letizia Espanoli rinnovano la gratuità dell’evento, sentendo come dovere etico il creare opportunità formative per i professionisti della cura. Dice la Espanoli:
”Potremmo usufruire delle proposte di sponsor che ci cercano, ma scegliamo di essere liberi nei confronti di ogni azienda che produce per il mondo socio-sanitario.
Non possiamo però dimenticare di ringraziare coloro che hanno collaborato all’organizzazione della giornata e hanno fortemente desiderato che questa fosse possibile così come ha preso forma”.
Accanto all’Espanoli il sostegno del Dott. Pirazzoli, Presidente di Anaste Emilia Romagna e di Sandra Boni, Presidente dell’Associazione Alzheimer Imola, che hanno abbracciato il progetto e condiviso il disegno di questa giornata piena di meraviglia.

Nel corso della giornata verranno presentati i due nuovi libri, in uscita proprio l’11 ottobre, scritti dalla Espanoli con la collaborazione di alcuni Felicitatori del modello: “Il linguaggio dei due mondi” che approfondisce il tema del linguaggio nella relazione con la persona che convive con la demenza e il secondo testo intitolato “E’ sempre un buon giorno!”, ispiratore di strategie per vivere con creatività e proattività una vita più felice.

Richiamando il testo del secondo libro, è sempre un buon giorno, possiamo dire che lo sarà di certo l’11 ottobre: per tutti i professionisti della cura, vietato mancare!

Le iscrizioni alla pagina del sito:
https://www.letiziaespanoli.com/eventi/v-edizione-del-sente-mente-day/
Deborah De Angelis - Responsabile Ufficio Stampa
Sente-Mente® Project
Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino