Terzaetà su facebook

Poesie


Torna A svago e divertimentiLa nuova Community di Terzaeta.com

L'UNO CHE AVRO' CONSERVATO


Insistono
perché io provi quella sorpresa di cosce sfatte
i ciottoli sempre più piccoli (come i passi),
s’incaponiscono a cambiarmi segnaletica
semafori rotti, dicono, e
mi hanno messo lavori in corso,
inaudita altera parte.
Non temete non mi raggiungono,
ho accumulato molti anni
da spendere adesso
(non per me che li ho già vissuti):
alcuni cattureranno le pietà
(le bloccheranno sulla porta)
altri abbaieranno agli illuminati.
Allontanati tutti
i miei e i loro
tirerò fuori dal cappello
(a ora tarda la magia)
l’uno che avrò conservato
l’ingloriosa frazione
mia
di quello che pensavate vostro.

E ora
(scusatemi)
allontanatevi pure voi.

di Marco Righetti

Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino