Terzaetà su facebook

ELENCO DEI SERVIZI PER DISABILI
REGIONE VENETO

 

Il sistema di servizi e interventi sociali viene programmato e governato attraverso i Piani di Zona (Linee Guida n°157 del 26/01/2010 e allegati)
I piani di zona prevedono il coinvolgimento dei comuni, delle province, della regione  e ognuno per il proprio ambito di competenza.

Servizi per i disabili

  • Servizio di integrazione lavorativa
  • E’ un sistema di servizi strutturati per favorire la programmazione e la realizzazione di percorsi dedicati e facilitati per l’inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro. (L.68/99 – L.R. 3 agosto 2001, n° 16)

  • Contributi per percorsi di vita autonoma
  • Si tratta di interventi finalizzati alla promozione dell’autonomia delle persone disabili.
    Attraverso questi percorsi si vuole incentivare e sostenere la permanenza della persona disabile nel contesto sociale e familiare di riferimento (dgr n° 1859 del 13/06/2006 – dgr n°1137 del 06/05/2008)


  • Telesoccorso – Telecontrollo
  • L.R. 26 del 4/06/1987 prevende un intervento a chiamata per necessità mediche, infermieristiche, domestiche o sociali; possono accedere al servizio  tutte le perone anziane o disabili che verranno dichiarate in situazione di rischio sociale e/o sanitario. ( L.R. 26 del 04/6/1987 – dgr n°3655 del 19/10/99)


  • Centro diurno per persone condisabilità
  • E’ un servizio socio-educativo a carattere territoriale che può ospitare, in fascia oraria diurna, fino ad un massimo di 30 persone. Il centro diurno ha finalità riabilitative, educative, di socializzazione e di mantenimento delle autonomie residue.
    L’inserimento della persona disabile presso il Centro Diurno viene disposto dall’ Unità di Valutazione Multidimensionale Distrettuale (U.V.M.D.). (dgr n° 84 del 16/01/2007)


  • Comunità alloggio
  • E’ una struttura destinata a persone disabili prive di nucleo familiare o per le quali non è più possibile la permanenza presso di essa.
    Il servizio può ospitare fino a un massimo di 10 persone, prevede percorsi di socializzazione, vita autonoma e tutela della persona.
    L’inserimento in comunità alloggio è predisposto previa valutazione della commissione U.V.M.D.


  • Comunità residenziale per disabili
  • Si tratta di una struttura dedicata alle persone con disabilità grave, con gravissime limitazioni fisiche e/o cognitive.
    Il servizio si caratterizza per un’alta specificità socio-sanitaria e riabilitativa, può ospitare fino ad un massimo di 20 persone. (dgr n° 84 del 16/01/2007)


  • Residenza sanitaria assistenziale epr disabili
  • E’ un servizio ad a alta valenza sanitaria organizzato per accogliere persone disabili non assistibili al domicilio per i quali non è possibile l’inserimento in altra struttura per disabili. Può ospitare da 20 a 40 persone. (dgr n° 84 del 16/01/2007).

    Normativa di riferimento

    Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino