Terzaetà su facebook

Glossario - B


Termini Medici






barbiturici: potenti farmaci sedativi


basedow (morbo di): una malattia della tiroide che solitamente si presenta aumentata di volume; si accompagna a esoftalmo e ai sintomi da ipertiroidismo


batteri: un tipo di microrganismi unicellulari, tra questi alcuni possono provocare malattie


battericida: si dice di una sostanza che uccide i batteri


batteriuria: presenza di batteri nelle urine


benigno: si dice di una patologia facilmente curabile, non pericolosa per la vita


benzodiazepine: farmaci ad azione tranquillante


betacarotene: precursore della vitamina A, favorisce il recupero delle energie, è un antiossidante e neutralizza gli effetti negativi dei radicali liberi


bile: liquido secreto dal fegato che aiuta la digestione dei grassi


bioflavonoide: composto chimico formato da vitamine. Svolge un'azione antiemorragica, vasocostrittiva e protettiva dei capillari


biopsia: prelievo di un frammento di tessuto a scopo diagnostico


blefarite: infiammazione del margine della palpebra


blenorragia: vedi gonorrea


blocco cardiaco: aritmia cardiaca caratterizzata da ritardo o interruzione dell'onda di eccitazione che sostiene la contrazione


bradicardia: rallentamento del normale ritmo cardiaco


brivido: contrazione brusca e involontaria della muscolatura del corpo


bronchi: le ramificazioni delle vie respiratorie dopo la trachea


bronchite: infiammazione acuta a carico della mucosa che riveste i bronchi


broncodilatatori: farmaci che favoriscono la dilatazione dei bronchi


broncografia: metodica radiologica che evidenzia l'albero bronchiale


broncopolmonite: infiammazione dei bronchi e dei polmoni


broncoscopia: esame endoscopico che consente la visualizzazione del lume bronchiale


broncospasmo: contrazione della muscolatura liscia bronchiale che ostacola il passaggio dell'aria


bulimia: condizione caratterizzata da un aumento morboso dello stimolo della fame con conseguente ingestione di grosse quantità  di cibo


by-pass: operazione che ripristina la circolazione in un tratto di vaso sanguigno occluso o ristretto mediante un innesto delle estremità  di un vaso pervio sopra e sotto l'occlusione


Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino