Terzaetà su facebook

Esami di Laboratorio


Torna A svago e divertimentiMedicina e salute

Per esaminare lo stato di salute del proprio paziente, verificarne i disturbi e stabilire le terapie, il medico oggi ha a disposizione una serie di esami cui ogni malato può essere sottoposto, i cosiddetti "esami di laboratorio". Questa rubrica di www.terzaeta.com si prefigge l'obiettivo di illustrare in modo semplice ed immediato quelli più frequentemente utilizzati.

È importante ricordare, però, che i valori delle analisi cliniche possono essere assai diversi a seconda della metodica usata. Molteplici fattori possono influenzare i risultati degli esami, per cui, in caso di valori che destano qualche dubbio, si consiglia di verificare la certezza dei dati rivolgendosi al proprio medico curante.

Queste analisi si possono effettuare sui liquidi biologici o sui tessuti. Nel primo caso vengono valutati il sangue, le urine, le feci e occasionalmente il liquor o liquido cefalorachidiano (fluido che bagna il sistema nervoso centrale), l'espettorato e il contenuto intestinale.

Gli esami riguardanti i tessuti consistono invece nella biopsia, cioè nel prelievo di un frammento tissulare (mediante incisione chirurgica o per via endoscopica) che viene poi sottoposto all'indagine microscopica.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino