Terzaetà su facebook

Fattori ambientali

L'avanzare dell’età porta delle modificazioni corporee che spesso conducono ad alterazioni dei sistemi biologici di termoregolazione, causando rischi per la salute dell'anziano, in caso di prolungate esposizioni a temperature troppo basse o troppo alte. Infatti, le variazioni della temperatura diventano più determinanti per l'anziano, in quanto provocano consistenti variazioni del suo metabolismo basale.  È importante quindi fare attenzione a quelle condizioni stagionali che portano a repentini cambiamenti di temperatura.

Sia nei periodi freddi che in quelli caldi è importante assumere tutte le precauzioni che le temperature richiedono come l'utilizzo di integratori che compensano le perdite di sali che avvengono con la sudorazione, l'uso di un abbigliamento opportuno e l'abitudine di arieggiare o riscaldare opportunamente l’ambiente in cui si vive.

Oltre le condizioni atmosferiche, anche l'inquinamento costituisce un fattore che può favorire il manifestarsi di patologie, soprattutto nell'anziano, a causa di un più debole sistema immunitario.

Una sana alimentazione è il presupposto fondamentale per una buona qualità della vita. Alcuni cibi conservati contengono sostanze chimiche che con il passare del tempo, si possono rivelare veri e propri fattori di rischio, per cui è importante prediligere i cibi freschi e naturali, preferibilmente non trattati con sostanze chimiche, usate generalmente per evitare alle piante i parassiti, oppure utilizzando cibi conservati prestare attenzione invece alla composizione, alle proprietà e alla preparazione di ogni prodotto, analizzando la capacità di reazione del proprio organismo in funzione alle sostanze in esso contenute.



Articolo aggiornato a Marzo 2011

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino