Terzaetà su facebook

Tecniche di meditazione

La meditazione è una disciplina mentale che consente di raggiungere uno stato di rilassamento totale. Nel corso della meditazione, il pensiero viene separato dalla percezione, e il soggetto che la esercita cerca di staccarsi dalle proprie emozioni.

Questa antica tecnica viene adoperata da secoli da guaritori e guide spirituali. In molte religioni orientali è la pratica predominante. I buddisti, per esempio, adoperano tale pratica per purificare la mente e conquistare una maggiore capacità di analisi interiore e pensano che la meditazione consenta alla mente di liberare il suo potere terapeutico.

La ricerca ha dimostrato che la meditazione produce cambiamenti del sistema nervoso, riducendo, in particolare, la produzione di cortisolo, favorendo quindi il rilassamento. Alcuni studi occidentali su questa tecnica, eseguiti durante la fase di meditazione, hanno rivelato che essa rende più lento il metabolismo, diminuisce il consumo di ossigeno e riduce la produzione di anidride carbonica. Altri studi sul cervello, svolti in Giappone e negli Stati Uniti, indicano che vi è anche un aumento delle onde cerebrali alfa, che di solito si manifesta nel corso del rilassamento.

Quando viene utilizzata

Può essere utilizzata al posto di sedativi e analgesici per controllare lo stress emotivo e il dolore fisico. La pratica della meditazione può essere considerata un tipo di medicina alternativa, poiché, mirando a ristabilire nell’individuo un equilibrio interiore e un maggiore controllo di sé, essa conduce l’organismo a uno stato di benessere generale che può aiutarne le capacità di autoguarigione.

Infatti, la meditazione ha lo scopo di controllare stati dolorosi e situazioni di stress psicologico, combattere l’insonnia e alleviare ansia e attacchi di panico. Viene integrata alla medicina tradizionale per ridurre l’asma, l’ipertensione arteriosa, l’angina pectoris e altre malattie croniche.

La meditazione può essere praticata in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo; il modo migliore per esercitarla consiste nell’assumere una posizione confortevole, restando con gli occhi chiusi e i muscoli completamente rilassati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino