Terzaetà su facebook

Vegetarianismo

Pratica alimentare basata su convincimenti filosofici secondo cui il benessere psicofisico si ottiene mediante una dieta basata essenzialmente su alimenti di origine vegetale, escludendo quindi qualsiasi tipo di carne. Il vegetarianismo, al contrario del vegetanismo, può includere nella lista dei cibi consentiti alcuni alimenti di origine animale, cioè burro, uova, latte e latticini. Non ammette invece il pollame e il pesce, anche se quest'ultimo è l'alimento animale più tollerato. Il vegetarianismo ha radici molto antiche, in quanto l'uomo, in origine, era quasi certamente vegetariano.

Chi pratica il vegetarianismo per motivi salutistici considera la carne un nutrimento dannoso per l'organismo umano e sostiene che una dieta alimentare unicamente a base di vegetali sia più nutriente. Ma dal momento che la mancanza di carne in un regime alimentare può determinare insufficienze proteiche, i vegetariani devono preoccuparsi di ingerire opportune quantità di proteine vegetali come quelle presenti nei legumi, soprattutto se uniti ai cereali.

La stragrande maggioranza dei vegetariani sostiene la necessità di un'alimentazione il più possibile naturale e per questo disapprova l'uso di sostanze chimiche in agricoltura e rifiuta i processi industriali di trattamento e di conservazione degli alimenti.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino