Terzaetà su facebook

RADIOGRAFIA DEL TORACE

 

La radiografia del torace è un esame radiologico che viene eseguito con raggi X e che studia tutte le strutture anatomiche del torace. 

 

COME FUNZIONA

Per l’esecuzione non è richiesta alcuna preparazione particolare. Il paziente deve stare in piedi, senza indumenti, con il torace a contatto con una cassetta (cassetta radiografica) nella quale si trova la pellicola. Il tubo che “spara” i raggi X si trova alle sue spalle a 2 metri di distanza. I raggi usciti dal generatore (tubo radiogeno), attraversano il torace del paziente ed impressionano la pellicola contenuta nella cassetta radiografica. I raggi attraverso le strutture del torace (cute, muscoli, costole, pleura, polmoni, cuore, ecc) in modo diverso a seconda della densità della struttura stessa. I tessuti più “duri” come le ossa (costole, colonna vertebrale, sterno) assorbono una quantità più alta di raggi e si proiettano sulla pellicola in colore bianco mentre le strutture più morbidi assorbono una quantità inferiore di raggi che attraversando la struttura impressionano di più la pellicola. Ne risultano quindi delle immagini più scure, di diverse tonalità di grigio, fino al nero. Il tessuto che ne contiene molta aria (polmone e la parte superiore dello stomaco) si proiettano sulla pellicola il colore grigio scuro e rispettivamente nero.

Una radiografia standard del toracee (nel passato chiamato “telecuore”) consiste in due radiografie: una nella proiezione postero-anteriore con le mani appoggiate sui fianchi ed i gomiti spinti in avanti e la seconda radiografia nella proiezione laterale con le braccia alzate e la spalla ed il fianco appoggiati sulla cassetta. In alcuni casi si eseguono delle particolari proiezioni che sono le proiezioni oblique

E' UN ESAME PERICOLOSO?

L’esame non è pericoloso; eroga una quantità molto bassa di raggi X (raggi ionizzanti) che attraversano il nostro corpo in modo indolore. In alcuni casi è necessaria pero una radioprotezione soprattutto degli organi genitali o di un feto (bambini, donne giovani in età fertile o donne in gravidanza) e questo si ottiene coprendo la parte interessata (l’addome inferiore ed il bacino) con “una pellicola” di piombo (schermi piombati).

QUALI INFORMAZIONI FORNISCE

La radiografia del torace serve per lo studio della gabbia toracica (sterno, costole, vertebre); lo studio dei grossi vasi (arteria polmonare ed aorta); del cuore (silhouette e dimensioni); dello spazio tra i polmoni, lo sterno e la colonna vertebrale che si chiama mediastino; lo studio dei polmoni ; e dello spazio tra lo sterno ed il cuore  chiamato spazio retro sternale.

Le strutture del cuore ((atrii, ventricoli, valvole, pericardio, ecc) non sono distinguibili le une dalle altre. Il cuore si presenta quindi di colore bianco omogeneo. Anche l’aorta e l’arteria polmonare che contengono sangue hanno la stessa densità del cuore (anche lui pieno di sangue) e quindi “la resistenza” ai raggi X è uguale a quella del cuore; sulla radiografia del torace compariranno anche loro di colore bianco omogeneo. Il cuore ed i grossi vasi si presentano quindi di colore chiaro (bianco) sullo sfondo scuro dei polmoni.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino