Home > Terzaet@ News > E' morto "Tziu Antoni", l'uomo più vecchio del mondo

 

È MORTO "TZIU ANTONI", L'UOMO PIÙ VECCHIO DEL MONDO

 

È morto Antonio Todde, l'uomo più vecchio del mondo. "Tziu Antoni", come veniva affettuosamente chiamato in paese, si è spento nella sua casa di Tiana (NU), un piccolo centro del Gennargentu di circa 600 anime dove abbondano gli ultraottantenni. Qui nacque il 22 gennaio 1889 e qui aveva sempre vissuto. Avrebbe compiuto 113 anni il prossimo 22 gennaio. L'anno scorso era entrato ufficialmente nel "World record del guinness dei primati". Il suo record di longevità era stato infatti certificato in un convegno a Rostok, in Germania. 
 
Il nonnino sardo era stato anche al centro dell'interesse di studiosi e ricercatori dell'Università di Sassari sui centenari dell'isola. La "ricetta di lunga vita" di Antonio Todde è legata secondo gli studiosi della cattedra di Biochimica Clinica guidati dal professor Luca Deiana "alla favorevole interazione tra fattori genetici, ambiente e stile di vita". L'uomo più vecchio del mondo sino a pochi giorni fa era ancora lucido e, tutto sommato, in buona salute. Ma il vero segreto di Tziu Antoni, quasi certamente, è stato quello d'aver sempre lavorato dodici ore al giorno (aveva fatto il pastore per tutta la vita) fino agli 85 anni, in una campagna incontaminata e aver sempre respirato aria buona, preferendo sempre camminare anziché viaggiare in auto. In più, nella sua lunga vita non aveva mai fumato una sigaretta. Continuava a bere un bicchiere di buon vino rosso ogni giorno e la sua dieta alimentare era a base di pasta e minestre di verdure, non disdegnando formaggio e carne, in particolare quella di agnello e di pecora. 

Il patriarca sardo, vedovo da 11 anni, "lascia" due figlie di 81 e 78 anni ed una sorella, Maria Agostina, di 98. 

 
E proprio secondo una ricerca svolta dall'Università di Sassari, la Sardegna è la regione del mondo col più alto numero di individui "superlongevi". Lo studio ha messo in evidenza anche il basso rapporto femmine/maschi tra gli ultracentenari sardi. I secondi sono infatti più numerosi che negli altri paesi occidentali dove il rapporto è di 4 a 1, mentre in Sardegna è di 2 a 1. La straordinaria longevità degli abitanti dell'isola è testimoniata, oltre che dal numero degli ultracentenari, tra i più alti del mondo, anche dalla presenza di molti cosiddetti "supercentenari", persone che hanno raggiunto o superato i 110 anni.
 

 Marco Fasolino

  

 

 

DALL'ARCHIVIO DI TERZAET@.COM


 

E' l'Italia il Paese più vecchio del mondo

 

 

Elisir di lunga vita: test su cinquemila sardi

 

 

Italiano scopre il segreto della longevità

 

 

Dhea della giovinezza per gli anziani?  

 

 

Alle italiane la palma della longevità

 

 

Nei geni il segreto della longevità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati