Home > Terzaet@ News > Leggi & Decreti Legislativi > D.Lgs. 4 maggio 2001, n. 207

 

D.Lgs. 4 maggio 2001, n.207


Riordino del sistema delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza, a norma dell'articolo 10 della legge 8 novembre 2000, n.328

 

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 126 del 1° giugno 2001)

 

 

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 

VISTI gli articoli 76 e 77 della Costituzione;

VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400;

VISTA la legge 8 novembre 2000, n. 328 ed in particolare gli articoli 10 e 30;

VISTO il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;

VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 febbraio 1990, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 22 febbraio 1990 recante direttiva alle regioni in materia di riconoscimento della personalitą giuridica di diritto privato alle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza a carattere regionale e infraregionale;

VISTI il decreto legislativo 30 luglio 1999,n. 286;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 2000, n. 361;

VISTA la deliberazione preliminare del Consiglio dei Ministri adottata nella riunione del 26 gennaio 2001;

VISTO il parere della Conferenza unificata, istituita ai sensi del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;

VISTI i pareri delle rappresentanze delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza;

ACQUISITI i pareri delle competenti Commissioni parlamentari;

VISTA la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del

Sulla proposta Ministro per la solidarietą sociale

 

E m a n a

 
il seguente decreto legislativo:

 
Capo I - Disposizioni generali
  

Art. 01. Ambito di applicazione e quadro generale di riferimento.
 
Art. 02. Criteri generali per l'inserimento delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza nell'ambito della rete degli interventi di integrazione sociale.
 

Art. 03. Criteri generali per diverse tipologie di istituzioni.
 

Art. 04. Disposizioni comuni.
 

 

Capo II - Aziende di servizi
  

Art. 05. Aziende pubbliche di servizi alla persona.

 

Art. 06. Autonomia delle aziende pubbliche di servizi alla persona.

 

Art. 07. Organi di Governo.

 

Art. 08. Funzioni degli organi di Governo.

 

Art. 09. Gestione dell'azienda di servizi e responsabilitą del direttore.

 

Art. 10. Verifiche amministrative e contabili.

 

Art. 11. Personale.

 

Art. 12. Adeguamento e approvazione degli statuti e dei regolamenti di organizzazione.

 

Art. 13. Patrimonio.

 

Art. 14. Contabilitą.

 

Art. 15. IPAB che svolgono attivitą indiretta in campo socio-assistenziale mediante destinazione delle rendite derivanti dall'amministrazione.

 

 

Capo III - Persone giuridiche di diritto privato

 

Art. 16. Trasformazione in persone giuridiche di diritto privato.
 

Art. 17. Revisione statutaria.
 

Art. 18. Patrimonio.
 
 

Capo IV - Fusioni

 

Art. 19. Rinvio alla disciplina regionale
 

 

Capo V - Disposizioni varie

 

Art. 20. Poteri sostitutivi.
 

Art. 21. Disposizione transitoria.

 

Art. 22. Regioni a statuto speciale e province autonome di Trento e di Bolzano.

  

 

  

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati