Home > Terzaet@ News > Leggi & Decreti Legislativi > D.Lgs. 30 aprile 1997 n. 184

 

D.Lgs. 30 aprile 1997, n. 184


Attuazione della delega conferita dall'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335, in materia di ricongiunzione, di riscatto e di prosecuzione volontaria ai fini pensionistici

 

(pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 148 del 27 giugno 1997)

 

 

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

 
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Visto l'articolo 1, comma 39, della legge 8 agosto 1995, n. 335;
Visto l'articolo 1, comma 1, della legge 8 agosto 1996, n. 417;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 27 marzo 1997;
Acquisito il parere delle competenti commissioni permanenti della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 30 aprile 1997;
Sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri e del Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con il Ministro del tesoro e del bilancio e della programmazione economica;

 

E m a n a

 
il seguente decreto legislativo:

 
Capo I - Disposizioni in materia di ricongiunzione dei periodi assicurativi
  

Art. 01. Cumulo di periodi assicurativi.
 
  

Capo II - Disposizioni in materia di riscatto

 

Art. 02. Corsi universitari di studio.
 

Art. 03. Riscatto di periodi di lavoro all'estero e di aspettativa.
 

Art. 04. Modalitą dei riscatti.
 

  

Capo III - Disposizioni in materia di prosecuzione volontaria

 

Art. 05. Estensione del regime della prosecuzione volontaria Inps alle altre forme di previdenza.
 

Art. 06. Presupposti di ammissione.
 

Art. 07. Modalitą di determinazione della contribuzione.
 

Art. 08. Modalitą di versamento.
 

 

Capo IV - Norme finali

 

Art. 09. Norme transitorie e finali.
 

Art. 10. Abrogazioni.
 


Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarą inserito nella raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana. É fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare.

 

 

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati