Home > Terzaet@ News > Il ciclismo: istruzioni per l'uso

 

 

IL CICLISMO: ISTRUZIONI PER L'USO

 

 

Continua il viaggio tra gli sport suggeriti per la terza età ed all’indomani della magnifica conclusione del 93° Giro d’Italia, vinto dal campione varesino Ivan Basso, non potevamo non occuparci di ciclismo, anche alla luce della presenza di alcuni membri della nostra redazione tra gli accreditati stampa al seguito della carovana rosa.

Inutile dire che le esperienze umane conosciute e da raccontare sarebbero infinite, c’è il signor Gino che a 63 anni tutti i giorni pratica regolarmente circa tre ore di ciclismo, lungo le strade della riviera e che insieme ad un gruppo di over 60 ha raggiunto Verona in bici, per l’ultima tappa del Giro, e c’è chi dopo aver appeso la passione di tutta una vita ad un chiodo, ieri, con il Giro che passava sotto casa, all’età di 75 anni, ha rispolverato le emozioni di un tempo e si è presentato  lungo il corso con la sua Bianchi degli anni ’70.

Tuttavia aldilà delle esperienze individuali e della evidenza empirica che parla di migliaia di ciclisti over 60/70 impegnati, ogni anno, ad affaticarsi sui pedali più di quanto facciano i giovani, e di un nugolo di professionisti dai capelli bianchi che continuano a praticare il ciclismo a livello agonistico nelle loro categorie di appartenenza, c’è da chiedersi se il ciclismo sia un sport adatto alla terza età, quali siano  i consigli degli esperti ed in che misura, eventualmente, praticarlo.

Cominciamo col dire che negli anni passati si era convinti che la bici fosse un esercizio faticoso ed adatto solo ai più giovani. Recenti studi però  hanno dimostrato che il ciclismo, poiché può essere praticato a differenti livelli di difficoltà, è adatto a tutti, dai bambini agli anziani, uomini e donne.

In particolare possono praticarlo gli anziani senza particolari problemi di salute, in quanto si tratta di uno sport che non va ad affaticare la colonna vertebrale poiché, a differenza della corsa, il peso non si scarica sulle articolazioni inferiori ma è sostenuto dal mezzo. I medici lo consigliano anche a coloro che devono fare riabilitazione dopo una malattia od una degenza in ospedale; è da evitare solo nel caso in cui il paziente soffra (o abbia sofferto) di problemi alla prostata.

Inoltre la versatilità del ciclismo, il fatto cioè che sia possibile praticarlo da soli o in compagnia, a qualsiasi età (previo controllo medico prima di accingersi a praticarlo a livello agonistico), che anche per fare delle commissioni, una buona pedalata è sempre preferibile allo spostamento in auto, moto o bus; rende tale pratica indicata per chiunque ed in qualsiasi momento, senza che sia necessario prepararsi preventivamente o siano richiesti gravosi impegni di spesa (a meno che non si ambisca al professionismo…). Il tutto poi, con benefici che sono estremamente accentuati: si va dai miglioramenti a livello cardiovascolare, al ridotto livello di stress a carico delle articolazioni, vengono inoltre bruciati facilmente grassi e calorie ed aumenta la resistenza e la forza muscolare.

Tali riscontri suggerirebbero dunque di praticare il ciclismo ovunque, anche in casa, attraverso una comoda cyclette, sebbene l’eventualità di passeggiare in bicicletta all'aria aperta non solo giova al corpo ma anche allo spirito e consente di scaricare lo stress accumulato.

 

Ovviamente senza esagerare. L'ideale, infatti, sarebbe inforcare la bici per almeno 20-60 minuti al giorno ed almeno 3 volte la settimana per poter avere dei risultati sia in termini di benessere fisico che di dimagrimento e rinvigorimento della muscolatura.

 

Dunque non ci resta che augurarci di ritrovare anche nel corso dei prossimi eventi sportivi, un numero consistente di over-anta,  amanti della bici e capaci di conciliare il piacere di una biciclettata all’aperto con il benessere fisico che ne deriva.  

 

 

Salvatore Catorano

Responsabile di Redazione Terzaeta.com

31/05/2010

 

P.s. La redazione ringrazia Federico e gli amici dell’uff. stampa del Giro che con la disponibilità e la cortesia avuta, ci hanno consentito di essere al seguito della Carovana Rosa.

 

L'ARCHIVIO DI TERZAET@.COM


IL GOLF: UNO SPORT PER TUTTI

 

"SIT AND BE FIT": IL MOVIMENTO IDEALE PER GLI ANZIANI

 

BICI, NUOTO ED EQUITAZIONE IDEALE NEI PERIODI CALDI

 

I DIECI CONSIGLI PER INVECCHIARE SANI

 

| Home | Chat | Forum | Disclaimer | Staff e Collaboratori |

 

| Informazioni | Disfunzioni | Pubblicità | Redazione |

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati