Home > Terzaet@ News > Pensioni News > Come riscuotere la pensione

  

COME RISCUOTERE LA PENSIONE

 

Ci sono due modi per riscuotere la pensione:

 

 

ALLA POSTA

 

IN CONTANTI, si ritira personalmente agli sportelli degli uffici postali o si può delegare un'altra persona.

CON ACCREDITO SUL PROPRIO CONTO CORRENTE POSTALE.

 

 

IN BANCA

 

IN CONTANTI, si ritira personalmente allo sportello o si può delegare un'altra persona.

CON ACCREDITO SUL PROPRIO CONTO CORRENTE BANCARIO
, in tal caso la somma è pagabile fin dal 1° giorno del mese di pagamento.

CON ACCREDITO SUL PROPRIO CONTO DI DEPOSITO A RISPARMIO NOMINATIVO
.

CON ASSEGNO CIRCOLARE
inviato al proprio domicilio.

CON IL SISTEMA PREVIDENCARD
: il suo funzionamento è simile a quello del bancomat. Con un tesserino magnetico è possibile riscuotere la pensione presso gli sportelli delle Banche presenti su tutto il territorio nazionale e con le quali l'INPS ha stipulato accordi.

Il sistema di pagamento prescelto deve essere comunicato al momento della domanda di pensione. In caso di mancata comunicazione, l'INPS effettuerà il pagamento della pensione presso l'ufficio postale più vicino al domicilio del pensionato. Se il pensionato sceglie il pagamento tramite banca deve:

  • accertarsi che la banca scelta effettui il servizio di pagamento per conto dell'Ente previdenziale;

  • comunicare alla banca la forma di pagamento preferita (accredito, pagamento allo sportello, assegno circolare, etc.).

Chi riscuote la pensione presso gli sportelli postali o bancari può scegliere anche tra sistemi più comodi e sicuri, come l'accredito delle somme su conto postale o bancario, o la spedizione di assegni circolari al proprio domicilio.

 

 

EURO

 

In seguito all'introduzione della moneta unica europea (EURO), l'INPS provvede ad inviare al pensionato tutte le informazioni con la duplice indicazione in Lire e in Euro. Il pensionato che apre un conto corrente in Euro, può chiedere l'accredito della pensione in Euro presso le poste o le banche. I mandati di pagamento sono trasmessi agli enti pagatori solo in Lire, ma le banche o le poste provvedono a convertirli in Euro.

 

 

 

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati