Home > Terzaet@ News > Pensioni News > Il fondo casalinghe

 

IL FONDO CASALINGHE

 

è il fondo istituito presso l'INPS il 1° gennaio 1997 che si occupa della gestione delle pensioni alle casalinghe.

 

 

CHI PUò VERSARE

 

Tutti coloro (compresi gli uomini) che svolgono attività non retribuite e derivanti da responsabilità familiari. I contributi versati dalle donne alla gestione Mutualità pensione (Legge n. 389/69) vengono trasferiti nel nuovo Fondo e saranno rivalutati.

è possibile iscriversi al nuovo Fondo a condizione di:

  • non prestare attività lavorativa autonoma o presso terzi;

  • non essere titolari di pensioni dirette (è possibile invece essere titolari di pensione di reversibilità).

All'atto dell'iscrizione al Fondo, l'interessato ha la possibilità di scegliere tra 5 differenti classi di contribuzione.

 

 

IMPORTO

 

L'importo dei contributi viene aggiornato ogni anno in base alle variazioni dell'indice dei prezzi al consumo calcolato dall'ISTAT.

 

 

PIù DI 60 ANNI DI ETà

 

Gli interessati con età superiore ai 60 anni possono ottenere, dietro pagamento, l'aumento dell'anzianità contributiva fino ad arrivare al requisito minimo di 5 anni di contribuzione al raggiungimento dei 65 anni di età.

 

 

A COSA SI HA DIRITTO

 

Tutti gli iscritti hanno diritto alla pensione di vecchiaia e di inabilità. 

La pensione di vecchiaia può essere chiesta a partire da 57 anni di età e a condizione che siano stati versati 5 anni di contributi. La pensione viene pagata solo se raggiunge un livello minimo corrispondente all'importo dell'assegno sociale maggiorato del 20%. In caso contrario può essere pagata solo dopo il compimento dei 65 anni di età.

La pensione di inabilità spetta a coloro che presentato impossibilità assoluta e permanente a svolgere qualsiasi attività lavorativa e sempre a condizione di aver versato 5 anni di contributi.

 

 

DAL 1° GENNAIO 2001

 

La legge Finanziaria per il 2001 ha fissato la rivalutazione dei contributi versati dal 1° gennaio 1952 al 31 dicembre 2000 nella vecchia assicurazione facoltativa e i contributi versati dal mese di ottobre 1963 al 31 dicembre 2000 nel vecchio fondo delle casalinghe (Mutualità pensioni). Ciò significa che i trattamenti pensionistici in pagamento sono calcolati rivalutando i versamenti effettuati con i parametri utilizzati per adeguare al costo della vita le retribuzioni pensionabili dei lavoratori dipendenti per il calcolo della pensione retributiva.

 

 

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati