Home > Terzaet@ News > Pensioni News > Le convenzioni internazionali

 

 

LE CONVENZIONI INTERNAZIONALI

 

CHE COSA SONO

 

L'Italia, oltre ad applicare i Regolamenti CEE di sicurezza sociale, ha stipulato, con alcuni paesi stranieri verso i quali più forte è stato il flusso migratorio, delle apposite convenzioni internazionali volte ad estendere agli italiani all'estero i benefici di sicurezza sociale previsti nel nostro Paese. Questa normativa internazionale si basa sul principio della parità dei trattamenti sociali sia per l'italiano all'estero che per lo straniero in Italia.

 

 

CON QUALI PAESI

  

Con i Paesi della UE (Unione Europea): Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna.

Dal 1° gennaio 1995 anche con: Austria, Finlandia e Svezia.

  

Paesi SEE

Dal 1° gennaio 1994, in seguito all'entrata in vigore dell'accordo sullo Spazio Economico Europeo, i regolamenti CEE di sicurezza sociale si applicano anche ai seguenti Paesi:

Islanda, Liechtenstein (dal 1° maggio 1995) e Norvegia.

  

Paesi Extra UE

Argentina, Australia, Brasile, Canada, Isole di Capo Verde, Jersey e Isole del Canale, Isola di Man, Croazia, Slovenia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Repubblica Federale di Jugoslavia, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Stati Uniti d'America, Svizzera, Tunisia, Uruguay, Venezuela.

La Turchia è, infine, legata all'Italia in base alla Convenzione Europea del 12 aprile 1990.

 

 

QUALI SONO GLI ENTI

  

Per l'applicazione della normativa internazionale di sicurezza sociale sono competenti i seguenti Enti:

  • l'INPS, per le pensioni, gli assegni familiari, l'indennità di disoccupazione e di malattia spettanti alla generalità dei lavoratori dipendenti ed autonomi ed agli altri appartenenti ai Fondi speciali gestiti dall'Inps;

  • le ASL (Aziende Sanitarie Locali) per l'assistenza malattia;

  • l'INAIL, per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali;

  • l'INPDAI, per le pensioni dei dirigenti d'azienda industriale;

  • l'INPGI, per  le pensioni e l'assicurazione dei giornalisti;

  • l'ENPALS, per le pensioni dei lavoratori dello spettacolo;

  • le CASSE DI PREVIDENZA, per l'applicazione dei Regolamenti comunitari europei ai liberi professionisti (architetti, ingegneri, avvocati, etc.);

  • l'INPDAP, per l'applicazione dei Regolamenti comunitari europei ai pubblici dipendenti e al personale assimilato a decorrere dal 25 ottobre 1998.

 

 

 

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati