Home > Terzaet@ News > Pensioni News > Più lavoro, più pensione

 

 

PIÙ LAVORO, PIù PENSIONE

 

è possibile scegliere di continuare a lavorare oltre l'età minima prevista dalla legge e fino al compimento del 65° anno di età, alle seguenti condizioni: 

 

a) Per chi ha 40 ANNI di contributi occorre:

 

- comunicare la decisione di voler continuare a lavorare all'azienda e all'INPS almeno 6 mesi prima del compimento dell'età pensionabile;

- non essere già titolari di pensione di vecchiaia.

 

b) Per chi NON ha 40 ANNI di contributi occorre:  

 

- comunicare la decisione di voler continuare a lavorare solo alla propria azienda almeno 6 mesi prima dell'età pensionabile;
- non essere già titolari di pensione o non aver presentato domanda di pensionamento.

 

Dal 1° gennaio 2000 l'età pensionabile è di 65 anni per gli uomini e 60 per le donne, per cui questa regola rimane in vigore soltanto per le donne che possono continuare a lavorare fino a 65 anni.

 

Le donne che continueranno a lavorare dopo i 60 anni fruiranno di 1/2 punto percentuale sulla pensione, per ogni anno di ulteriore lavoro, fino al compimento del 65° anno di età.

 

LIMITAZIONE Gli incrementi dei punti percentuali relativi a ciascun anno di contribuzione successivi al raggiungimento dell'età pensionabile vengono attribuiti fino al compimento dei 40 anni di contribuzione.

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati