Home > Terzaet@ News > Pensioni News > Il supplemento di pensione

 

IL SUPPLEMENTO DI PENSIONE

 

CHE COS'è

 

Il pensionato che ha già ottenuto la liquidazione della pensione e continua a lavorare e versare altri contributi, può chiedere all'Ente previdenziale un ulteriore calcolo della propria pensione in base ai nuovi  contributi. In tal caso il pensionato chiede un "supplemento" della pensione in godimento che viene liquidato in base al sistema retributivo prendendo in considerazione le retribuzioni percepite dall'interessato e il periodo relativo a detto supplemento.

 

 

QUANDO SI PUò CHIEDERE

 

L'interessato può chiedere il supplemento:

- dopo 5 anni dalla decorrenza della pensione o del precedente supplemento;

 

oppure

 

- dopo soli 2 anni dalla decorrenza della pensione o del precedente supplemento, se ha superato l'età pensionabile: questa opzione può essere esercitata per una sola volta.
 

 

IN DIVERSE GESTIONI

 

Se l'interessato è già titolare di pensione come lavoratore dipendente e ha la possibilità di far valere i contributi versati  nelle gestioni speciali per i lavoratori autonomi (commercianti, artigiani, mezzadri, coloni e coltivatori diretti), può chiedere il supplemento solo dopo aver compiuto l'età pensionabile per vecchiaia nelle gestioni speciali (60 anni per le donne e 65 per gli uomini) e sempre che siano decorsi i due anni o cinque anni.

 

 

ANCHE I SUPERSTITI

 

In caso di morte del pensionato, i superstiti possono presentare domanda di supplemento: la pensione verrà aumentata dei contributi versati dal defunto dopo il pensionamento e prima del decesso.

 

 

LA DECORRENZA

 

Il diritto al supplemento di pensione decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

 

 

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA

 

La domanda di supplemento può essere presentata direttamente presso un qualsiasi ufficio INPS oppure è possibile rivolgersi agli Enti di Patronato, riconosciuti dalla legge, che hanno l'obbligo di assistere gratuitamente i lavoratori.

 

 

I DOCUMENTI UTILI

 

è necessario utilizzare un apposito modulo di domanda da richiedere alla sede INPS più vicina o ad uno degli Enti di Patronato.

 

 

IL RICORSO

 

In caso venga respinta la domanda di supplemento di pensione ai superstiti, è possibile presentare ricorso al Comitato provinciale dell'INPS entro 90 giorni dall'avviso. Il ricorso:

  • può essere presentato presso gli sportelli della sede dell'INPS che ha respinto la domanda;

  • può essere inviato alla sede dell'INPS per posta mediante raccomandata con ricevuta di ritorno;

  • può essere presentato tramite uno degli Enti di Patronato riconosciuti dalla legge.

Alla domanda di ricorso devono essere allegati tutti i documenti che si ritengono utili ai fini del suo accoglimento. 

 

 

 

 

© terzaet@.com 2000. Tutti i diritti sono riservati