Terzaetà su facebook

La prevenzione antisenile

A cura del:

Dott. Prof. Giovanni Cristianini



Nota introduttiva

Se una presentazione di questa rubrica deve essere fatta a chi vi accede per la prima volta è opportuno che agli eventuali frequentatori ne siano appalesati gli intendimenti fin dall'inizio affinché, conoscendoli, si apprestino a visitarla nel modo più idoneo e conforme allo spirito della stessa. La ragione di questa pagina prolusiva, infatti, si giustifica solo per alcune spiegazioni che ci sembrano espressamente dovute sia al visitatore occasionale sia a quello che alla presente edizione vorrà accostarsi per motivi culturali e di studio. In una prima fase iniziale la formula compositiva prevede, in ogni singola ripartizione, lo svolgimento di un argomento ricavato dalle lezioni che l'autore tiene nella Università di Padova, ai medici specializzandi della Scuola di Geriatria. Si può dire che ogni capoverso, quindi, nasce in parte dagli appunti del docente che, nella preparazione delle lezioni, cerca generalmente di sviluppare i principali argomenti di interesse educazionale, correlati al processo dell'invecchiamento umano, senza fini trattatistici, ovviamente, e con risultanze di semplice interesse antologico e didattico.

Un contributo notevole alla stesura di queste pagine proviene, inoltre, dalle considerazioni che emergono in aula nel corso delle frequenti discussioni collegiali, spesso sollecitate dall'insegnante, e dalla registrazione di molte lezioni che ha permesso anche una diffusione limitata di alcune dispense. Certi spunti, infine, sono stati ricavati da alcune delle migliori tesi di specializzazione i cui temi sono stati appositamente concepiti, e proposti agli allievi, al fine di abbozzare i fondamenti di una disciplina (la geragogia) che al termine degli anni settanta esisteva ancora soltanto di nome. A dire il vero ci sembra che una vera disciplina geragogica, nel senso di materia d'insegnamento e di studio, non esista neppure oggi nell'accezione più completa di tali espressioni e sia ancora limitata ad un grande catalogo di problemi e di ipotesi pedagogiche che, in attesa di una più organica strutturazione della materia, potrebbero collocarsi temporaneamente nel campo più generico della gerontologia educazionale. Al momento attuale, infatti, non esistono ancora i presupposti dottrinari per una organica trattazione della materia geragogica che, nata a tavolino e contesa da psicologi e geriatri, abbisogna tuttora dei fondamenti speculativi e dell'esperienza applicativa che le consentano di acquisire la dignità di una disciplina autonoma. È infatti evidente che i principi e le regole della materia geragogica attendono ancora d'essere definiti con precisione e non possono, pertanto, essere esposti metodicamente in un'opera scientifica che si prefigga d'assumere i contorni e le dimensioni del trattato. La soluzione più opportuna, infatti, ci sembra oggi quella di un sito web, quale è stato da noi costruito, aperto a tutte le proposte, alle osservazioni ed alle critiche degli studiosi che coltivano la disciplina, sì da permetterle, a questo modo, una rapida crescita fisiologica. La geragogia, oggi, può essere riguardata come l'insieme degli studi che hanno per oggetto l'applicazione a fini pratici della pedagogia dell'invecchiamento o, tutt'al più, può considerarsi una disciplina ancora in formazione che si propone d'insegnare le strategie per mantenere un invecchiamento fisiologico il più a lungo possibile e fare così una efficace prevenzione antisenile.

Nella fase attuale delle conoscenze è necessario che gli studi geragogici siano ulteriormente approfonditi e, come ci proponiamo in questa sezione di Terzaet@.com, vengano altresì puntualmente raccolti e divulgati per sopperire alle gravi carenze pedagogiche in campo gerontologico e per contribuire inoltre a porre le basi di una futura prevenzione attiva antisenile. A questo scopo ci prefiggiamo di accogliere, infatti, nelle varie parti di questa rubrica, a tal fine dedicate, i contributi di studiosi e maestri che già collaborano a "Geragogia.net", per la creazione di quella mentalità educazionale che possa dare la sua indispensabile impronta a tutte le componenti operative della gerontoprofilassi.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino