Terzaetà su facebook

Servizi socio assistenziali

OSPEDALIZZAZIONE

A differenza dell’ assistenza domiciliare, che presuppone accessi presso il domicilio del paziente di Personale Infermieristico o Tecnico, nonché, del Medico Generico, e interventi occasionali di Medici inviati dalle ASL, l’ospedalizzazione è l’insieme di prestazioni altamente specialistiche erogate al domicilio del paziente da parte di un'équipe ospedaliera e rivolte a malati perlopiù affetti da malattie croniche in fase di riacutizzazione o malattie croniche evolutive, per le quali si rendono necessari più accessi al giorno di sanitari specializzati, medici ed infermieri, tutti quei supporti sanitari che normalmente vengono forniti in ospedale, la reperibilità medica e infermieristica 24 ore su 24.

Infatti, per numerosi pazienti l’istituzione dell’ospedalizzazione domiciliare è assolutamente indispensabile, in quanto essa realizza due obbiettivi fondamentali: da una parte consente a certi ammalati, che non hanno ancora concluso il loro iter ospedaliero, di tornare a casa evitando la sofferenza di periodi di ricovero inutili, dall’altra dà agli stessi ammalati la certezza di essere seguiti da un’equipe composta da personale esperto nelle patologie da trattare, che essendo in possesso della cartella clinica del paziente, conosce bene il loro caso e d’accordo col medico generico, può tempestivamente garantire eventuali esami specialistici o di laboratorio ed iniziative terapeutiche, ove necessario. Lo stesso gruppo operativo è in grado di rimandare agevolmente il malato presso la divisione ospedaliera della quale è espressione, qualora non sussistano più le condizioni che avevano consigliato il ricorso all’ospedalizzazione domiciliare.

Pertanto l’ospedalizzazione domiciliare realizza la possibilità di ottenere il raggiungimento di una qualità di vita soddisfacente sia per il paziente che per la sua famiglia, mediante il trattamento dei sintomi e l’attenzione ai problemi psicologici, sociali e spirituali.

Inoltre realizza anche un risparmio particolarmente consistente per le casse del Servizio Sanitario Nazionale, in quanto risulta che il costo di una giornata di degenza in ospedale è valutato in media attorno alle ottocentomila lire, mentre quello di una giornata in regime di ospedalizzazione domiciliare non supera di molto le centomila.

Per ottenere l'ospedalizzazione domiciliare pubblica è necessaria una richiesta fatta dal medico curante al Centro di Assistenza Domiciliare dell'Azienda Sanitaria Locale di appartenenza del paziente o del reparto ospedaliero di dimissione del paziente.

Il servizio è gratuito perché a totale carico del S.S.N. per chi si rivolge alle strutture pubbliche. E’ invece a completo carico del paziente per chi si rivolge a strutture private non accreditate

(Vedi anche Assistenza anziani).

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino