Terzaetà su facebook

Senilità


Torna a BarzelletteBarzellette

Senilità n. 1

Il parroco del paese decide di andare a far visita alla signora Mariuccia, in occasione del suo ottantacinquesimo compleanno. Mariuccia è l'unica maestra in paese di organo e pianoforte. Tutti i musicisti della zona sono stati praticamente forgiati da lei. Quando il parroco entra, nota sopra l'organo un bicchiere con un preservativo che fluttua nell'acqua. Il parroco non crede ai propri occhi, tuttavia cerca di dissimulare la sorpresa per non mettere in imbarazzo la vecchietta. Mentre questa racconta tutto quello che ha fatto in 85 anni di vita, il parroco non  riesce a distogliere lo sguardo dal bicchiere col preservativo che ballonzola nell'acqua. Ad un certo punto, non potendo più trattenere la curiosità e dopo aver preso coraggio con un paio di bicchierini di vermouth, il parroco prende fiato e chiede, indicando il bicchiere:

- Perdona, figliola, mi potresti spiegare cos'è quello?
- Quello? Oh, ma è meraviglioso! L'anno scorso stavo camminando per la piazza del paese quando notai per terra una bustina che diceva, in lettere molto piccole: collocare sull'organo, mantenere umido e preverrà qualsiasi malattia. E da allora, pensi, neanche un raffreddore!!!


Senilità n. 2

Un vecchietto viene ricoverato per l'asportazione di un testicolo. Intorno a lui l'anestesista, il chirurgo, due infermieri, e via via tutto il personale necessario. Finita l'operazione il vecchietto si risveglia, si guarda intorno e dice:
- Uhè, otto di voi per togliermi una palla! E chi sò, Maradona?


Senilità n. 3

Una vecchietta è al pronto soccorso dopo essere stata accidentalmente colpita durante una manifestazione di piazza sfociata in rissa.
Il dottore per compilare il referto le chiede:
- Allora signora... lei afferma di essere stata colpita nel tafferuglio?
- No dottò... un po' più in alto...


Senilità n. 4

Due anziani amici stanno passeggiando nel parco, ad un certo punto uno dei due, stancatosi per la passeggiata, fa per sedersi su una panchina. Al che l'amico gli fa:
- Attento non sederti... c'è la vernice fresca!
- Oh... non preoccuparti... c'ho le mutande di lana! 


Senilità n. 5  

Una vecchietta sull'autobus è in piedi di fronte ad un giovanotto che mastica una gomma in maniera a dir poco oscena. La vecchietta dopo alcuni minuti si rivolge al ragazzo ad alta voce:
- è inutile che insiste, giovanotto... sono completamente sorda!!!


Senilità n. 6

Un vecchio industriale giunto oramai in fin di vita decide di convocare il nipote, suo unico erede, per l'ultimo saluto:
- Caro nipote... sento che sto per andarmene... così ho deciso di lasciarti tutta la mia eredità!
- Oh zio... non so proprio come ringraziarti... cosa posso fare per te?
- Tanto per cominciare leva il piede dal tubo dell'ossigeno... 


Senilità n. 7

Due vecchi pensionati sono sulla panchina di un parco intenti a rimembrare i bei tempi andati.
- Pensa che quand'ero a scuola io, ad una gara interscolastica, scagliando il giavellotto a più di sessanta metri ho preso una medaglia!
- Cavolo che mira! 


Senilità n. 8

Un anziano ultracentenario si reca dal medico:
- Dottore... lei mi dovrebbe aiutare!
- Quale sarebbe il suo problema?
- Ho ormai centotre anni e corro ancora dietro alle ragazze!
- E allora? Dovrebbe essere contento! Questo è un segno di vitalità!
- Si... però non mi ricordo perché gli corro dietro...


Senilità n. 11

Due operai della Fincantieri vanno in pensione e decidono di comune accordo di andare al Casinò di Venezia a spendere parte della liquidazione. Appena entrati, si dirigono al tavolo della roulette. Uno di loro fa:
- Eccoci qua! E ora su che numeri puntiamo?
- Facciamo così - replica l'altro - tu quante volte alla settimana lo fai con tua moglie?
- Io, beh... in media quattro volte, e tu?
- Io cinque volte... bene, puntiamo su 4 e 5, allora!
La pallina viene lanciata, corre sulla roulette, saltella sui numeri e si ferma... sullo zero.
- Accidenti! - dice uno dei due - se avessimo detto entrambi la verità vincevamo tutto!!!


Senilità n. 12

Un anziano ciclista "arranca" sulla via Appia Antica, quando scopre che al posto della vecchia prostituta "Maria" sua fornitrice di prestazioni ormai in pensione, ce ne è una giovane. L'anziano ciclista chiede:
- Quanto vuoi?
E la giovane prostituta vedendo l'arzillo vecchietto spara:
- 50.000...
Il vecchietto replica:
- Va bene, ma mi fai quello che mi faceva Maria?
La giovane risponde di no.
Così la storia prosegue i giorni seguenti e la prostituta alza sempre di più "l'onorario" e la risposta è sempre:
- Ma mi fai quello che mi faceva Maria?
Un bel giorno l'anziano in bicicletta dice:
- Ma è possibile che non riusciamo a metterci d'accordo?
E la prostituta:
- Va bene... diciamo un milione...
E il ciclista imperterrito:
- Ma mi fai quello che mi faceva Maria?
Disarmata la prostituta allora chiede:
- Ma cosa ti faceva Maria?
E il vecchietto:
- CREDITO...


Senilità n. 13

Un coppia ultrasettantenne è a cena a casa di amici.
Per tutta la sera lui apostrofa lei con termini come: tesoro, amore mio, palombella mia, zuccherino, dolcezza, ecc...
L'amico ne resta impressionato poiché la coppia è sposata da più di 50 anni, quindi, quando la donna si assenta un attimo fa all'amico:
- Che meraviglia, oltre cinquant'anni di matrimonio e ancora flirtate come sposini in viaggio di nozze!
- Beh, a dirti la verità, ho dimenticato il suo nome più di dieci anni fa...


Senilità n. 14

- Sapete cosa fanno due ottantenni che camminano per la strada tenendosi per mano?
- Due lenti a contatto!


Senilità n. 15

Un vecchietto ottantenne sposa una giovane fanciulla di diciotto anni. Dopo la prima notte di nozze, la ragazza scende nella hall dell'albergo ed ha una espressione sconvolta, sembra veramente distrutta. L'impiegata alla reception gli fa:
- Che cosa le è successo?
La ragazza piangendo:
- Mi aveva detto che aveva messo da parte per sessant'anni... io pensavo i SOOOOLDI!!!!


Senilità n. 16

- Ciao Gigi, ma te sei in pensione? E per cosa ci sei andato?
- Sono invalido di guerra...
- E dove ti hanno ferito?
- Sul CARSO...
- Uhm, son parti tanto delicate!!!


Senilità n. 17

Un vecchietto saputo del Viagra, si fa prescrivere una ricetta dal proprio medico, ma si vergogna ad andare in farmacia, così si rivolge al suo piccolo nipotino Antonio:
- Per favore Antonio vai in farmacia con questa ricetta a prendermi la medicina, poi domani quando ti sveglierai troverai sotto il cuscino 10.000 lire.
Il nipote coscienzioso porta a termine il compito richiesto dal nonno. Il giorno dopo il nipotino svegliandosi mette la mano sotto il cuscino e con sorpresa tira fuori 100.000 lire. Di filato corre dal nonno:
- Nonno, nonno, ti sei sbagliato, ho trovato 100.000 lire, non 10.000 lire!
- No, no, caro nipotino, non mi sono sbagliato, io ho messo 10.000 lire, le altre 90.000 le ha messe la nonna... 


Senilità n. 18

- Ciao Gigi, ma te sei in pensione? E per cosa ci sei andato?
- Sono invalido di guerra...
- E dove ti hanno ferito?
- Sul CARSO...
- Uhm, son parti tanto delicate!!!


Senilità n. 19

Due vecchiette al mercato:
- Sai mio marito ha 90 anni e ancora gode...
- Davvero?
- Si, gode di una piccola pensione... 


Senilità n. 20

Una coppia di giovani sposi in viaggio di nozze si ritrovano per i vicoli di una città pieni di localini caratteristici. L'insegna di uno di questi recita: "Questa sera si esibirà Pedro, l'uomo dal pene
più duro del mondo!
". Incuriositi entrano nel locale e prendono un tavolo vicino al palco. Dopo un paio di spogliarelli ed un po' di musica dal vivo, arriva il momento del numero di Pedro. Entra questo esile uomo con un banchetto, ci poggia sopra tre noci e, sfoderando il pene, con questo le spacca in sequenza. Tutti gli spettatori applaudono ammirati dalle doti di Pedro.
Passano cinquant'anni e la coppia, per festeggiare le nozze d'oro, decide di andare nella stessa città. Camminando per i vicoli come un tempo, tenendosi teneramente per mano, passano di nuovo davanti a quel famoso locale. Questa volta la locandina recita: "Venite a vedere l'esibizione di Pedro, il nonno con il pene più duro del mondo!". I due vecchietti increduli decidono di entrare e si accomodano di nuovo vicino al palco. Con stupore notano che Pedro è sempre lo stesso di cinquanta anni prima, solo più vecchio. Pedro entra in scena con il solito banchetto, ma questa volta spacca tre NOCI DI COCCO! Alla fine dello spettacolo i due vanno a trovare Pedro nel camerino e gli fanno:
- Scusa Pedro, noi venimmo qui cinquant'anni fa e tu facevi esattamente lo stesso numero, però con tre noci normali!
Pedro si intristisce e fa:
- Eh... che volete... con l'età m'è calata la vista!


Senilità n. 21
Due anziani coniugi festeggiano le nozze d'oro. La moglie dopo cena strizza l'occhio al marito:
- Che dici caro se questa notte per festeggiare facessimo l'amore?
- Ma... tesoro! Siamo quasi bisnonni e per giunta non lo facciamo più da vent'anni! Ma cosa ti viene in mente?
- Ma dai, una occasione come questa non capiterà più!
- E va bene, però io non ti garantisco niente, non so nemmeno se mi ricordo come si fa...
Vanno in camera da letto scambiandosi baci appassionati. Messe le dentiere nei rispettivi bicchieri, iniziano a fare l'amore, rigorosamente al buio:
- Aaaahhhh... caro! Altro che quando avevi vent'anni! Adesso ce l'hai più grosso e più duro!
- E ti credo, è piegato in due...


Senilità n. 22

Un signore entra in farmacia ed inizia ad ingiuriare pesantemente il farmacista. Urla... si dimena...
- Farmacistaaaaaa... io la denuncio! Mi ha venduto due confezioni di preservativi che si sono rotti tutti! Disgraziatoooo!!!!
Non appena l'esagitato termina un vecchietto alle sue spalle interviene:
- È vero, è vero, a me quelli che m'ha venduto si piegano tutti!
 


Senilità n. 23

Una dolce vecchiettina entra dal macellaio e fa:
- Buongiorno... ha della carne da fare ai ferri?
- Ma certo signora, quanta gliene occorre?
- Beh... diciamo un gomitolo...


Senilità n. 24

In un tranquillo sabato pomeriggio, due distinte signore bussano ad una porta. Viene ad aprire un uomo in canotta, barba incolta e telecomando in mano. 
- Buongiorno, siamo due volontarie della casa di riposo per anziani Villa Patrizia. Non avrebbe per caso una donazione da farci?
- Come no! Se aspettate un attimo qui vi vado subito a prendere mia suocera...


Senilità n. 25

Giacobbe, anni 92, e Rebecca, anni 89, con grande entusiasmo decidono di sposarsi. Iniziano pertanto a programmare il da farsi e decidono di passare in una farmacia. Giacobbe si rivolge all'uomo dietro il bancone:
- Mi scusi, lei è il proprietario?
Il farmacista risponde:
- Certo, sono il titolare!
- Noi siamo in procinto di sposarci. Vendete medicine per il cuore?
Il farmacista:
- Certamente!
- E quelle per la pressione?
- Di tutti i tipi!
- E le medicine per i reumatismi e per l'artrite?
- Sicuramente, anche quelle.
- E il Viagra?
- Certo che si!
- E le medicine per problemi di memoria?
- Si, un largo assortimento!
Il vecchi Giacobbe continua:
- E, mi scusi, avete anche vitamine, sonniferi, ricostituenti per la terza età e antidoti per la sindrome di Parkinson?
- Assolutamente si!
- Vendete anche sedie a rotelle, stampelle e grucce?
Il farmacista:
- Di ogni modello e grandezza!
- Molto bene, vorremmo fare qui la nostra lista di nozze...


Senilità n. 26

Un vecchietto di 86 anni va in farmacia e chiede una cosa.
- Scusi, mi da un CONTROL!
La signorina gli risponde:
- Come lo vuole? Stimolante, ritardante, ultrasottile, con spermicida...
E il vecchietto replica:
- CON LE STECCHE!


Senilità n. 27

Una cicogna porta, tenendolo col becco, un canestrino nel quale c'è un vecchietto. Durante il volo, il vecchietto, visibilmente pensoso, guarda sotto e poi col bastone tocca gentilmente il sottogola della cicogna che gli chiede, "che c'è?" "Senti", le chiede il vecchietto: "dimmi la verità, ci siamo persi, vero?"


Senilità n. 28

Un vecchietto in un ospizio è molto orgoglioso dell'aspetto che ha in relazione alla sua età. Un giorno chiede ad un amico:
- Mario, secondo te quanti anni ho?
Mario lo guarda e fa:
- Io direi ottantuno... ottantadue!
- No... ne ho ben novantacinque!!!
- Accidenti, te li porti veramente bene!
Dopo aver ringraziato Mario, tutto contento il vecchietto va a chiedere un parere ad un'altra ospite della casa di riposo:
- Rosa, secondo te quanti anni ho?
- Beh... ti dovresti tirare giù i pantaloni!
- In che senso?
- Nel senso di slacciarli e tirarli giù!
Il vecchietto, di molto incuriosito, si tira giù le braghe. La donna gli prende in mano le palle, le soppesa, gli da una schiacciatina, schiaffeggia un paio di volte il pene e poi esclama:
- Hai novantacinque anni!
- Perbacco Rosa! Ma come hai fatto ad indovinarlo?
- Ho sentito che lo dicevi a Mario poco fa...


Senilità n. 29

Un nonnetto ancora arzillo se ne va a passeggio per il parco col proprio nipotino. Intravedono un lombrico bello grosso in un'aiuola ed il nonno, per scherzare dice:
- Pinuccio, ti darò 10 euro se riuscirai a infilare questo lombrico nella sua tana!
Il nipote ci pensa un attimo, poi parte di corsa, rientra in casa, va dritto filato in camera della sorella e riesce portando con se una bomboletta di lacca.
Raggiunge il nonno, raccoglie il lombrico e lo stecchisce ben bene spruzzandolo abbondantemente di lacca, dopodiché facilmente lo riinfila nel suo buchino.
Il nonno, sorpreso e meditabondo, si congratula e gli dà i 10 euro scommessi. Il giorno dopo nonno e nipote si incontrano di nuovo, ed il vecchietto tira fuori e porge altri 10 euro...
- Ma nonno... la scommessa me l'hai già pagata ieri!!!
- Si lo so... ma queste te le manda nonna!


Senilità n. 30

Un signore molto anziano è sdraiato nel letto in punto di morte. Ha la fedele moglie seduta al suo fianco che lo veglia.
Con un filo di voce:
- Maria, ti ricordi quando è scoppiata la prima guerra mondiale e mi hanno chiamato per il fronte, e tu eri accanto a me?
- Si caro... si!
- ...e quando poi sono rimasto ferito e sono stato 4 anni in ospedale militare, e tu eri accanto a me, Maria?
- Certo caro!
- E ti ricordi quando è scoppiata la seconda guerra mondiale e mi hanno richiamato, e tu eri accanto a me?
- Come non lo ricordo...
- ...e quando mi hanno messo in campo di concentramento e dopo sei anni mi hanno liberato? Anche allora tu eri accanto a me, Maria!
- Si!
- E anche adesso che sto morendo, tu sei sempre accanto a me Maria...
- Sempre...
- Ah Marì...
- Dimmi...
- Ma portassi sfiga?


Senilità n. 31

Un ricco industriale ottantenne sposa una ragazza di sessant'anni più giovane. La prima notte di nozze lui le fa:
- Cara, non ti ha detto niente la mamma?
- Veramente no...
- E adesso come facciamo? Io non mi ricordo un cavolo...


Senilità n. 32

Un anziano pensionato vive a casa da solo. Sapendo che il suo vicino di pianerottolo sta per andare in viaggio in Brasile, lo prega di comprargli un bel pappagallo, di quelli che parlano, per avere un po' di compagnia in casa.
Il tale va in Brasile, si fa la sua bella vacanza e al momento del ritorno, poche ore prima della partenza dell'aereo, si ricorda all'improvviso che doveva comprare il pappagallo. Fa un giro di tutti i negozi di animali vicino all'aeroporto ma non trova nemmeno un pappagallo. Arrivato all'ultimo negozio, disperato, si decide a comprare un gufo.
Torna a casa e consegna al vecchietto l'uccello:
- Salve, io ho trovato questo pappagallo particolarissimo! Ancora non parla, ma mi hanno assicurato che se gli si insegna, impara in fretta e non smette mai di parlare!
Il vecchietto ringrazia e sistema il finto pappagallo nella gabbia che aveva già comprato. Dopo un mesetto i due vicini si incontrano in ascensore:
- Allora come va il pappagallo? Parla?
- Beh, parlare non parla ancora, ma sapessi come sta attento... (Quando si dice questa ultima battuta, aprire bene gli occhi mimando un gufo.)


Senilità n. 33

Due anziani coniugi si trovano nello studio di un medico urologo.
La moglie accompagna il marito perché quest'ultimo è un po' duro d'orecchi. Il medico esordisce:
- Allora, prima di iniziare qualsiasi diagnosi avrei bisogno di un suo campione di feci, di urina e di sperma.
L'uomo, portandosi una mano all'orecchio, chiede alla moglie:
- Che cosa ha detto il dottore?
- Ha detto che gli devi lasciare le mutande...


Senilità n. 34

Un vecchietto di novant'anni annuncia agli amici il suo futuro matrimonio con una graziosa donna di trent'anni. Gli amici lo convincono che prima del matrimonio dovrebbe fare almeno una visita medica. Va dal dottore e gli fa:
- Dottore, mi hanno detto di farmi visitare per vedere se vado bene dal punto di vista sessuale prima di sposarmi.
- Va bene, mi faccia vedere i suoi organi sessuali... (Tirare fuori la lingua ed il dito medio)


Senilità n. 35

Un uomo ha avuto una sola grande passione nella sua vita: il gioco del golf. è arrivato a sessant'anni ed i suoi occhi cominciano a fare cilecca.
Non volendo assolutamente abbandonare il suo sport preferito, decide di andare a fare una visita dall'oculista. Il dottore dopo una attenta visita:
- Mi dispiace, per la sua vista non c'è niente che si possa fare. Però conosco un vecchietto di novantaquattro anni che ha una vista perfetta... ci vede come un'aquila!
- E questo che cosa c'entra con la mia di vista?
- Beh, potresti portare questo vecchietto con te a giocare a golf, così lui vedrebbe dove va a finire la pallina!
- Ha ragione! Mi dia il numero di questo vecchietto!
Il giocatore si mette d'accordo con il nonnetto e lo va a prendere una domenica mattina. Vanno alla prima buca, il giocatore posiziona la pallina, tira e manda la pallina a quasi centocinquanta metri. Poi chiede al vecchio:
- Allora... hai visto il mio tiro?
- Certo che l'ho visto!
- E hai visto dove è andata la pallina?
- Certo!
- E dove?
- Non me lo ricordo...


Senilità n. 36

Il cumenda col suo Ferrarino è lì che viaggia ad una buona media, su una strada provinciale.
Ad un tratto scorge una persona sul ciglio della strada che sta facendo l'autostop: è un contadino che porta con sé una mucca.
- Dov'è che deve andare buonuomo?
- Io devo da andà in paese! Che me lo dai 'no strappo?
- Certo agricolo! Sali pure... però ho l'impressione che il ruminante dovremo lasciarlo qui!
- Tu nun te stà a preoccupà, vai che la mucca ce segue!
- Ma l'è proprio sicuro?
- Oh fregate! Vai tranquillo!
Il contadino sale ed il cumenda parte. Mette la prima e va piano piano. Vede che la mucca lo segue e così comincia ad aumentare il passo... venti, trenta chilometri orari.
La mucca lo segue fedelmente al trotto e lui si decide a schiacciare sull'acceleratore... cinquanta, cento, centocinquanta chilometri all'ora.
La mucca gli galoppa dietro praticamente incollata al posteriore della Ferrari, è la sua ombra!
Il cumenda si sente decisamente umiliato a sapere che una mucca può seguirlo a quelle velocità, così si decide a spremere la macchina 180, 200, 220, 250 chilometri orari. Guarda nello specchietto e vede che la mucca ha tirato fuori la lingua.
- Ah finalmente, sono riuscito a farla stancare!
- Non è possibile! - replica il contadino.
- Come no? Ha tirato fuori la lingua!
- Ma ndò ce l'ha? A sinistra o a destra?
- A sinistra, perché?
- Allora scansate che te deve sorpassà!!!


Senilità n. 37

Una coppia di anziani viene intervistata nel corso di una trasmissione televisiva perché, sposati da 50 anni, non avevano mai litigato. Il presentatore, con grande curiosità, domanda all'anziana:
- Ma, voi, veramente non avete mai litigato in 50 anni?
- No! - risponde l'anziana.
- Ma, com'è possibile??? - insiste il presentatore.
- Guardi, quando ci siamo sposati mio marito aveva un cavallo a cui teneva moltissimo; era la creatura a cui lui teneva di più in assoluto. Il giorno delle nostre nozze questo cavallo tirava il nostro calesse; a un certo punto il cavallo inciampò su di un sasso e mio marito gli urlò: "UNO!".

Dopo qualche metro il cavallo inciampò di nuovo e mio marito gli urlò: "DUE!".

Ma la terza volta che il cavallo inciampò, mio marito tirò fuori la pistola e ammazzò la povera creatura; io, impietrita, lo rimproverai: "Ma perché hai fatto una cosa del genere???". Lui mi urlò in faccia: "UNO!"


Senilità n. 38

Una vecchietta di 75 anni va dal dottore disperata e gli dice: Dottore, Dottore, ho un problema grave;

E il dottore: mi dica nonnina;

La vecchietta allora dice: vede dottore, io e mio marito facciamo ancora all'amore...

E Il Dottore: bene! alla sua età... tutta salute, ma dove è il problema?

E la vecchietta: Il fatto è che dopo che lo abbiamo fatto io sento tanti fischi nelle orecchie... come mai dottore?

Il Medico la guarda bene e poi sbotta: Signora, ma lei a 75 anni cosa voleva sentire, gli applausi!?!?!?


       

Rubrica Viaggiamo

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Bologna n. 7706 del 27.10.2006 - Direttore Responsabile: Marco Fasolino